La Réunification des deux Corées

Joël Pommerat

Prima rappresentazione 17 gennaio 2013 | Odéon-Théâtre de l’Europe

La Réunification des deux Corées è la terza produzione del progetto europeo Villes en scène/Cities on stage

Il regista francese Joël Pommerat, artista associato dell’Odéon-Théâtre de l'Europe e del Théâtre National del Belgio, nonché autore di punta del teatro francese, con La réunification des deux Corées riesce a evitare tutti i cliché e a proporre un percorso affascinante e caotico nei meandri dei sentimenti che uniscono e allontanano gli esseri umani. Una sorta di "mosaico" di storie brevi, una ventina di quadri, tutti, in diversa misura, ma con le medesime atmosfere, dedicati all’amore. Una questione nella quale anche il pubblico - parte integrante dell’allestimento, specularmente disposto ai due lati d’una lunga striscia di palcoscenico – si trova ad essere attivamente parte in causa, indipendentemente dal significato che si attribuisce a questa esperienza fondamentale che tutti condividiamo, anche se solo attraverso la sua assenza. Con le immagini che costruisce sulla scena, Pommerat suggerisce una sorta di periferia del ventunesimo secolo, uno strano “territorio” che possa aiutarci a capire quello che nella vita ci può apparire più strano. «Questa pièce – afferma l’autore – è un susseguirsi di istanti senza unità esplicita e coerenza narrativa. Assomiglia a una successione di piccoli frammenti funzionali accomunati da un tema. E tuttavia non si tratta di un testo astratto. Al contrario, si inserisce all’interno di quella scrittura realista e umoristica che ho intrapreso con Je tremble e Pinocchio, che si è rafforzata con Cercles/Fictions, Ma Chambre froide, Cendrillon e La Grande et fabuleuse histoire du commerce. Sul titolo, mistero assoluto perché, come dice Pommerat «sarebbe come svelare il finale di un film poliziesco».

Produzione: Odeon Theater of Europe, Compagnie Louis Brouillard.
Coproduzione: National Theater/Brussels, Folkteatern Göteborg, Teatro Stabile di Napoli, Théâtre français du Centre national des Arts du Canada/ Ottawa, Centre National de Création et de Diffusion Culturelles de Châteauvallon, la Filature Scène Nationale/Mulhouse, les Théâtres de la Ville de Luxembourg, le Parapluie (Centre des arts de Rue/Aurillac) in collaborazione con il Teatrul National Radu Stanca/Sibiu.

Durante la sua produzione e tournée, questo spettacolo è stato accompagnato dal workshop dei cittadini Città in movimento Paris